Frociology


In occasione del Gay Pride, i nostri amici di Pontifex non hanno perso l’occasione di ribadire, con ampio uso di parole forti come “pornografia”, “blasfemia” e “vescovo” quanto per loro l’omosessualità sia una perversione contro natura. Anzi, meglio: una malattia.

Ma stavolta, per evitare gli strali delle malelingue che vorrebbero alcuni cattolici integralisti del tutto incapaci di avvalersi del sostegno di qualsivoglia teoria scientifica seria, ecco che fanno ricorso alla “scienza medica” a supporto delle loro idee: riportano (addirittura nella lingua d’albione, alla faccia di chi li vorrebbe bollare come tradizionalisti!) una consultazione dell’APA in cui i membri di una commissione hanno stabilito tramite votazione se l’omosessualità sia da ritenersi ancora un disturbo mentale, e in cui solo un terzo dei votanti ha espresso opinione favorevole alla cancellazione dell’omosessualità come malattia.

Peccato che la votazione sia datata 1974. Capisco che sia un bel passo in avanti rispetto al medioevo, ma comunque nel frattempo sono cambiate un po’ di cose.
Insomma: citare le fonti va benissimo, meglio però se lo si fa nel secolo in corso.

[F.T.]

Annunci

One comment

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...