La legge dello scontrino

C’è crisi, c’è crisi nelle tasche dei cittadini e nelle casse dello stato, si stringe, parte la stretta della Guardia di Finanza: controlli sugli scontrini, quasi il 40% irregolare.

Grazie al cazzo!Non ce ne vogliano gli amici finanzieri (ma anche sì), ce ne vogliano invece tutti le fonti giornalai (o giornalisti, come qualcuno si ostina a definirli) che che urlano allo scandalo.
Il vero scandalo è che pare esserci una società segreta ormai diffusissima di persone che non comprano nulla.

E’ questa infatti apparentemente l’unica spiegazione per leggere come onesto lo stupore che si legge negli ultimi tempi riguardo l’evasione fiscale. Non un solo giornalista (o finanziere) deve aver mai comprato nulla, che so, al mercato, da un cinese (ex “tutto a mille”), né dev’esser mai stato da un dentista, o aver affittato un pedalò, ch’è di stagione.
Oppure sono alieni appena giunti sul nostro pianeta che hanno preso il posto di alcune categorie strategiche e stanno cercando di capire come funzioni qui.

Aiutiamoli a farsi un’idea, che sennò ci cominciano a rompere i coglion*i con ‘sta storia dell’evasione che non se ne esce più.

Dunque, siete scesi su un pianeta, l’Italia, che ha la forma di uno stivale ma l’odore di un pesce, un pesce che puzza dalla testa ai piedi, quindi evitate di dire “che puzza”, ci si abitua.
Alla testa c’è un gruppo di persone, sempre le stesse, che ha problemi di varia natura legati al comparto economico, cose come ritrovarsi case di proprietà a sorpresa, buchi neri nelle casse statali e chili d’oro nelle poltrone. In somma, sono oberati dalle coincidenze.
Alle lische ci sono i personaggi d’esempio, quelli che guidano la filosofia del pianeta attraverso le loro gesta, ai quali viene giustamente riconosciuto un tributo d’onore.
Alle pinne caudali, i piedi, c’è un popolo di seguaci del culto del “frego chi posso come posso” che, ovviamente, stando in fondo alla fila, viene di un male che nemmeno le bugie a pinocchio.
Però, bene o male, ognuno cerca di fare la propria parte per mantenere l’equilibrio del pianeta, e L’Italia è un pianeta trova il suo equilibrio perfetto a cavallo tra la corruzione e la concussione.

Non rovinateci anche questo. Volete forse rovinare il meraviglioso senso della parola “evasione”? La splendida e romantica evasione, lettura d’evasione, cinema d’evasione, evasione mentale. Evasione è un po’ come dire libertà. Ecco, siamo un popolo dell’evasione, di evasori, un popolo delle libertà.
E poi, che sarà mai uno scontino…

PS: ogni riferimento a partiti o coalizioni politiche è puramente voluto, ad esso vanno però accorpati tutti gli arroganti bastardi che approfittano della propria posizione per godere a discapito mio.

[D.C.]

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...