“Ma io non ci sto più” gridò lo sposo e poi…

Posted by

Vendola formalizza le dimissioni da deputato.

E grazie al cazzo!

Dopo la morte della regina del pop, e per non parlare dei soliti noti che fanno le solite “politicate”, questa è la notizia più idonea alla nostra rubrica che si sia potuta trovare sulle prime pagine, un po’ perché in effetti il povero Nichi lo aveva dichiarato con abbondante anticipo, e un po’ perché le prime pagine non le legge più nessuno se non per dire che chi le scrive è uno schiavo di qualcuno.

Che generalmente è pur vero, e manco si fa troppo male a far di tutta l’erba un fascio, rimane infatti facile dire son tutti “uguali”, anche là dove qualcuno è diverso ma il risultato rimane quello degli “uguali”. Per esempio, in parlamento, nessuno sta risolvendo i problemi del paese (e manco dico farlo progredire, che va be’), quindi a buon ragione potremmo dire che quelli che ci stanno dentro son tutti uguali, una massa di inetti inutili quando non deleteri. Chi c’è c’è. Che uno vale uno.

Vendola deve pensarla più o meno così, e quindi “ciao belli!”.

Continuerà a prendersi del “frocio” (anche senza virgolette), ma almeno si eviterà i “siete tutti magnafregna a tradimento voi parlamentari”. Almeno per la parte del “magnafregna”.

[D.C.]

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...