I Magnifici Sette

tupperwaste

E quindi che faccio, non ne parlo?

Non è che parlando a caldo si rischia di esagerare e scrivere cazzate? O di sembrare più idioti di quanto lo si è in realtà?

Ma potrei davvero sembrare più ridicola della Gelmini? Non credo. Quindi andiamo avanti.

Ieri, a distanza di quasi tre anni dallo scoppio della bomba chiamata Ruby, le giudici hanno deciso che fosse giunta l’ora per Silvio di iniziare finalmente a prenderselo un po’ al culo. Come abbiamo fatto noi per vent’anni, senza tra l’altro avere la Santanché con le sue discutibili camicie a difenderci, dopo però averci insultato a lungo dandoci del porco maschilista. E lo so, sembra strano, ma solo gli stupidi non cambiano mai idea, no? (Attenzione: potrebbe contenere tracce di ironia e/o una troll face)

Lo hanno condannato, il povero Cav, a 7 anni di reclusione e all’interdizione perpetua dai pubblici uffici. P-E-R-P-E-T-U-A, sentite che parola maestosa. Le accuse: prostituzione minorile e concussione.

APRITI CIELO!

Immagine

Ha tuonato Giuliano Ferrara che, giustamente, trova inaccettabile per un paese civile come il nostro (LOL), che un Presidente del Consiglio non possa, in ordine: farsi fare le seghe da una minorenne; organizzare festini a luci rosse a casa sua; promuovere in politica quelle che stanno meglio col vestitino da suora (vi assicuro, non è facile); esercitare il suo potere politico per commettere un reato; pagare testimoni per tacere. E tutto questo senza suscitare scandalo e subire continue persecuzioni. Che vergogna.

Quanto siete bigotti, mamma mia. E allora venite qui a farci la morale, adesso! Siete solo invidiosi perché Silvio, le vostre figlie, non le ha invitate. Forse sono delle cesse, come quelle di sinistra, ve lo siete chiesto? EH?

Forse ci dobbiamo togliere dalla testa questa idea che chi ci governa debba essere pulito, avere una condotta impeccabile, non debba in alcun modo essere ricattabile. Cioè, qualche cazzata ogni tanto può capitare a tutti, siamo umani, la carne è debole, chi va con lo zoppo, cielo a pecorelle ecc. ecc.

Insomma, tutto questo accanimento sembra esagerato, questa sentenza è violentissima, come ha detto il povero Silvio che c’è rimasto male male appena l’ha saputa. Ché lui si aspettava l’assoluzione, perché “nei fatti non c’era davvero nessuna possibilità di condannarmi”, cioè ZERO PROPRIO.

Alla fine forse è un problema puramente linguistico perché, ad esempio, i giudici dicono “cene a base di bunga bunga” e Berlusconi dice “cene eleganti e spettacoli burlesque”: che poi ci si strusci attorno a un boa di struzzo o a un pene son sofismi davvero da pignoli.

Silvio è innocente, e quella che i giudici considerano concussione è stata solo un’azione dettata dal suo grande cuore di filantropo. Lui è buono e generoso, tipo Gesù, ma con tante Maria Maddalena da proteggere.

Io, da italiana, mi sento proprio offesa, come dice Berlusconi. Perché io ci ho creduto che lui avrebbe fatto diventare l’Italia un “paese davvero libero e giusto”, e invece adesso come faccio? Ora che volete togliercelo dai coglioni per sempre, io, come faccio?

Non ci pensate a noi che rimarremo orfani di questo grande combattente che continua a resistere nonostante tutto? Non ci pensate alla masse di cretini che oggi sono indignate perché Berlusconi è stato condannato SENZA UNO STRACCIO DI PROVE (ma li mortacci vostri) e in questo paese invece girano a piede libero i ladri e gli stupratori? Non ci pensate?

Non ci pensate che dopo vent’anni di processi e sentenze e menzogne questo popolo azzurro continua strenuamente a difendere l’indifendibile? Loro lo sanno che le intercettazioni sono false, e se non sono false sono ironiche, ché mica se una dice “Berlusconi ce l’ha flaccido” deve essere per forza vero. Avete frainteso tutto.

Anche le Olgettine lo fanno per il LOL.

Motivo per cui, sinceramente, non è che ci sia proprio un cazzo da festeggiare oggi. E non solo perché non si tratta di una sentenza definitiva e potrebbe cambiare tutto (e in particolare non è che l’interdizione inizi domani, purtroppo), ma perché siamo circondati dalla merda.

E per merda intendo Alfano che, vi ricordo anche se non lo volete accettare, è il nostro attuale vicepremier e oggi, invece di stare zitto e fare un favore all’umanità, non ce l’ha fatta a tener dentro la lingua e, mentre leccava, ha detto a Silvio “tieni duro” (che per uno che è stato appena condannato per prostituzione non è proprio una frase felice).

Senza contare che abbiamo fatto il governissimo con tutti gli amici del cuore del Silvione nazionale, che è un po’ come se io mi sposassi con un cattolico, e che chissà i porconi che lanceranno da qui a PERPETUA. Dai, davvero, che cazzo festeggiamo? Secondo questa gente qui, Berlusconi è un bravo ragazzo.

Ci saranno anche milioni di prove e accuse accumulate in anni e anni, ma Silvio è sempre stato innocente e deve continuare a combattere e a resistere contro tutto e tutti. L’Italia ne ha bisogno perché l’Italia è un paese meraviglioso.

E quando dico “meraviglioso” voglio proprio dire che la Idem, per molto meno e senza manco un processo, si è dimessa.

[S.T.]

Annunci

2 thoughts on “I Magnifici Sette

  1. Pingback: Calcio e polifosfati aggiunti | non si sevizia un paperino

  2. Io non capisco davvero. Tutto questo astio verso un tipo umano (!) che in Italia ha un tradizione gloriosa e antica. Il crapulone puttaniere miliardario costantemente deterso nell’ano da lingue compiacenti dai portafogli gonfi dei suoi denari. Un vero prodotto DOP. Questo discutere dell’innocenza o della colpevolezza del Cavaliere mi riempie di tedio e tristezza, perchè il punto non è mai stato se sia innocente o colpevole. Qui o altrove, un florilegio di tristi livorosi che san solo moraleggiare senza costrutto, ammorbano le nostre gonadi sparlando di morale e etica (ma che siamo ad un corso di filosofia teoretica??). Perchè invero Silvio è un modello, una stella luminosa che indica un nord di speranza e allegria, di spensieratezza in questi tempi cupi di crisi. Fa festini a base di puttane e cazzi di legno? E allora? Chi è che non vorrebbe parteciparvi? Usa il suo giusto potere, potere di origine divina essendo unto dal signore, e qualche benpensante leva piccole barricate? E allora? Non lo avreste fatto anche voi per salvare una che ha elevato il pompino ad arte? Corrompe, ricatta, manipola, ma non sono questi i più puri tratti nazionali? Silvio è uno di noi e come tale è nostro santo dovere difenderlo contro questi comunisti che vorrebbero eliminarlo dall’agone politico. Dopo solo vent’anni di fiera azione per il paese, equiparabile per risultati a diversi tsunami. Silvio esiste in questa forma perchè mille mila Santanchè o Sallusti, o Bondi nelle loro casette guardano a lui come uno che è arrivato, ce l’ha fatta, che deve avere ragione per forza, perché uno con tutti quei soldi entra in politica solo per fare il nostro bene, perché oggettivamente che cazzo gli frega di sbattersi? E poi possiede abbastanza per dare a tutti un pezzettino delle sue fortune. Tenetevi la vostra finta indignazione da figli di mammà entrati alle poste senza concorso, continuate disonestamente a non scorgere in Silvio un po’ di ciascuno di noi, ed elevatevi con la vostra moraletta da due soldi per sentirvi meno sporchi. Dal canto mio, da tenente dell’esercito di Silvio, continuo con onesta disonestà a sostenerlo sperando che prima o poi mi noti e mi accolga nell’umido grembo del suo amore.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...