Scendi in campo che lo piscio

tupperwaste

Se c’è una cosa che ho imparato da quando lavoro è che se i tuoi colleghi sono dei coglioni prima o poi qualcuno una cazzata la fa. Se poi i coglioni te li sei pure scelti, beh, allora attaccati al cazzo. Se invece non li hai scelti tu, le alternative sono due: o ti incazzi o ti rassegni.

Tutto questo per dirvi che ultimamente sono molto serafica, così tranquilla che sento il lento affondare dell’Italia e io resto al timone salda come un grande capitano a suonare il mio violino di merda. Ma non è coraggio, badate bene, è proprio più un fottesega luminoso misto ad assenza di impulso vitale.

Praticamente sono un italiano medio. Mi immagino ogni tanto con la mia Peroni ghiacciata sul divano a guardare la Nazionale che perde nella Confederation Cup, e a sentirmi un grande allenatore e ma se c’ero io comunque avremmo vinto pure l’NBA, cosa cazzo l’hai fatto entrare a fare quella mezza sega ecc. ecc.

Io ogni tanto sento davvero la necessità di trasformarmi in italiano medio, che secondo me è la tipica persona che rivendica i suoi inalienabili diritti a non interessarsi di nulla, a non capire niente, a fare scelte di merda, a fidarsi degli imbecilli e poi magari un giorno a dire “TOH, che casino è successo”.

Insomma, tipo Enrico Letta.

Il povero Enrico, che già si ritrova a dover gestire le naturali conseguenze dovute all’ideona di fare il Governissimo con degli scassaminchia che puzzano di zolfo e letame, adesso deve anche spiegare al suo vice come si fa. A farcela, intendo.

Enrico Letta che ci rinuncia dopo 3 secondi netti

Ma cos’ha combinato quel mattacchione di Angelino? Beh, niente di che, cose che possono capitare. Scherzetti che finiscono male.

D’altronde chi non ha mai permesso, a sua insaputa, un’irruzione militare a casa di un oppositore di regime rifugiato e, in assenza di questo, prelevatogli moglie e figlia e rispeditele in patria? Patria di cui il dittatore, guarda caso, è amicone di Berlusconi (strana ‘sta cosa oh)? Maddai, non scherziamo. Io volevo iscrivermi a Ministero degli Interni apposta per questo.

SAI CHE SPASSO RAGA. Altro che Twiga.

Insomma, stanno succedendo davvero cose belle nel Paese, roba che mi vien voglia di aprire il giornale solo per leggere gli annunci dei vecchi che cercano compagna di vita offrendo in cambio villetta in collina. E telefonare, chiaramente. Sperando non siano di sinistra, ché con quelli di sinistra si soffre sempre molto.

A proposito di dolori rossi (a parte le mestruazioni), un altro che mi fa soffrire molto è Pippo. No, non Inzaghi, quell’altro.

Diciamolo, Civati ci piace anche se non ha la barba, col suo faccino pulito e con la sua laurea in filosofia, come il Barbarossa (se indovinate la citazione possiamo ancora essere amici), che gli fa dire un sacco di cose belle e giuste. Pure troppo, ovvero la noia.

Civati ci incanta, come fanno tutti i maschi con un’ottima dialettica e l’occhio languido da cucciolone (se siete maschi, sostituite l’intero corsivo con LE TETTE).

Civati ci illude così tanto che ieri, dopo aver annunciato la sua volontà di diventare segretario del PD, io ho persino pensato di votare PD, ma poi ho letto della possibilità della combo assurda Civati segretario e Renzi premier e sono tornata in me e ho invocato l’altissimo così spesso che, forse forse, il segretario del PD lo faccio io per punti carriera.

Qua tutti vogliono scendere in campo e il campo o è minato o c’è un solo attaccante e 10 portieri contro. E le mine. Ecco, secondo me Civati è più il pallone. E chi calcia il pallone sono gli elettori illusi del PD, quelli delusi che hanno votato Grillo, quelli di sinistra-sinistra che siccome il loro partito lo votano in 4 ogni tanto vorrebbero anche fidarsi del PD e lanciarlo ‘sto cazzo di pallone.

E poi ci sono i 10 portieri contro. Portieri che, da quando è nato questo governo delle larghe intese e pessime imprese, considerano Civati più una spina nel fianco che un giovanotto che potrebbe risanare il PD e riportarlo agli antichi splendori (ah, no, scusate, non è mai successo).

Io voglio bene a Civati, ma al momento credo ci siano più possibilità che io me lo scopi rispetto a quelle che ha lui di diventare segretario. Dai, Pippo, davvero, ma chi ti vota? Cioè chi ti conosce a parte me che ti metto sempre i Like?

Da alcuni sondaggi in rete risulta persino che molti elettori del PD si siano rotti il cazzo dei dinosauri del partito e vorrebbero Civati segretario. Ma il sondaggio è indicativo? Torniamo allo stesso vecchio problema di sempre: il popolo del web non conta un cazzo perché nel web siamo sempre i soliti cinque stelle stronzi.

Quindi, di che stiamo parlando? Quante possibilità ha Civati di diventare segretario? Quante di stravolgere totalmente il PD facendolo diventare un partito di sinistra un po’ più lontano dal centro e distante mille miglia dalla destra? Da quanti secoli ci stiamo facendo queste domande?

Quanto ci siamo rotti il cazzo del PD? Sfasciatelo ‘sto PD, che senso ha continuare a sperare che un cadavere risorga? Questa cosa una volta l’ha fatta Maria Maddalena ma poi, che io sappia, l’evento non si è più ripetuto. Non fuori da un libro fantasy, almeno.

Pippo, fattelo da solo un altro partito, tanto con tutti i voti di sinistra che sono andati a Grillo, sicuro gli fai il culo a quelli del PD (risate registrate).

Noi intanto continuiamo allegramente a chiacchierare di intese e strategie, del Pd che non ce la può fare perché, in fondo, non ce l’ha mai fatta; di Civati che sa parlare bene ma parla ai muri e di Renzi che ora vuole fare il premier e ora invece è meglio se aspettiamo l’autunno, ché adesso c’è troppa afa; parliamo della pitonessa e dei giaguari, dello zoo degli stronzi che siete, mentre qui sta tornando Forza Italia e Berlusconi continua imperterrito a pisciarci in bocca.

E se persino il condottiero Grillo può mostrarsi preoccupatissimo per le sorti italiche tra una bracciata e l’altra, non so voi, ma io me ne tornerei di nuovo sul divano.

[S.T.]

Annunci

3 thoughts on “Scendi in campo che lo piscio

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...