Legalizziamo i cervelli

tupperwaste

Oggi vi mostrerò quanto siamo trogloditi. E, per “siamo”, intendo “siete”, mi sembra scontato dirlo.

Sapete qual è la differenza tra Miley Cyrus e Maurizio Gasparri? Uno dei due dovrebbe iniziare a drogarsi davvero.

Proviamo ad argomentare:

Sicuramente avrete visto gli MTV EMA di Amsterdam; se non li avete visti avrete letto almeno un paio di articoli a riguardo; se non sapete di cosa parlo, siete bugiardi che fanno finta di guardare solo RaiStoria.

Io non l’ho visto, ma il popolo della rete mi ha informato sui grandi scandali che hanno fatto storcere il naso a tutta la comunità di benpensanti. Ebbene sì: pare proprio che la Cyrus -che, nonostante tutte le trasgressioni siano già state ampiamente esibite in tv anni luce prima della sua nascita, continua a far mormorare il popolino bigotto- si sia accesa uno spinello in diretta.

CORPO DI MILLE BALENE!

Parliamoci chiaro, fumare uno spinello ad Amsterdam è scandaloso come calarsi le mutande e sbattere la figa in faccia al ginecologo.

Ma noi siamo trogloditi, noi ci scandalizziamo. Tralasciamo le polemiche sulla trasformazione della Cyrus da bambina Disney a leccamartelli, ché, sinceramente, non le capisco né condivido, e parliamo di Gasparri.

Lo so, preferivate la gnocca, ma io no, voglio parlare del nostro Maurizio e del grave trauma che ha subìto guardando quello spinello in diretta tv.

Gasparri, l’ultimo paladino del proibizionismo, dopo il compagno Giovanardi, ha lanciato la sua personale fatwa ai media, colpevoli di aver mandato in onda queste immagini scabrose andando contro le leggi italiane che proibiscono l’uso della marijuana.

E vai di LOL che cadono dal cielo come il piscio di Gesù ubriaco.

Non contento, il nostro eroe, ha consigliato alla Cyrus di entrare in una comunità per disintossicarsi, perché “la droga fa male”, trasformando in un attimo la piccola Cyrus da giovane zoccola attention whore a giovane zoccola attention whore tossicodipendente.

Adesso, lungi da me dirvi di drogarvi, anche se so che molti di voi sicuramente lo fanno già e/o comunque non ne hanno bisogno viste le gravi lesioni cerebrali già in possesso, ma, diosanto, quanto rumore per due tiri a una canna?

Davvero, nel 2013? Davvero? Dopo che dall’altra parte del mondo stanno legalizzando la marijuana per eliminare il pericolo dei narcotrafficanti? Davvero?

Siamo ancora fermi in quel punto in cui l’erba è uguale all’eroina, e in cui se ti fai una canna sei un criminale alla pari di uno spacciatore di MDMA. Siamo ancora al punto in cui lo spinello ti porterà sicuramente a diventare un tossicodipendente, così come un birra nel week end ti porterà un giorno ad essere un alcolizzato pirata della strada.

Siamo ancora fermi al punto in cui non capite un cazzo, non sapete niente di tutte le dinamiche che portano una persona a sviluppare una tossicodipendenza, o a un’altra a non svilupparla nonostante 3 spinelli al giorno.

A voi interessa puntare il dito e farvi votare dallo stuolo di ignoranti che vi crede ancora. Ma, d’altronde, siete sempre quelli che hanno messo MI PIACE per salvare Sofia e adesso non sanno più niente del caso Stamina.

Scema io che tento ancora di farvi ragionare.

[S.T.]

Advertisements

One thought on “Legalizziamo i cervelli

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...