Oh mio dio omeopatia cazzo

Posted by

Clamoroso studio australiano: L’omeopatia è totalmente inutile.

E grazie al cazzo!

E già, vi starete chiedendo cosa ci sia di clamoroso, oppure avete sbagliato blog.

Ogni volta che rileggo i principi dell’omeopatia mi chiedo come possa esistere chi ne fa uso, poi penso alla Bibbia, mi guardo intorno e rido.

Così.

Visto che l’ “e Grazie al Cazzo!” della settimana me l’ha fregato il buon M.V. con le parole del papa che chiede “scusa a costo zero” per i bambini inculati, non mi rimane che ripiegare su una delle più prossime forme di “pensiero magico” con importanti risvolti economici e sociali.

Non prima di aver rivolto un apprezzamento a quelle persone che nella giornata di ieri, dalle parti di casa mia, si sono affacciate alle finestre per rivolgersi ai partecipanti alla via crucis: “Prima v’enculate li reghezzini e poi pregate, ma li mortacci vostra!“. A volte basta che qualcuno ricordi al re che è nudo.

E no, non ero io.

Tornando all’omeopatia (direi “mio dio perché?!”, ma credo d’aver poc’anzi ricevuto la risposta dai concittadini di cui sopra), qualche giorno fa, il 10 aprile, è stata la Giornata Internazionale della Medicina Omeopatica. No, non me la sto inventando per spaventare i bambini normodotati, esiste davvero, e sono coinvolti medici veri (per così dire), uomini e donne di scienza che hanno scientemente deciso di promuovere caramelle non aromatizzate e acqua liscia come cure.

E Big Pharma sarebbe quella che ammolla le sole.

Ora rispondo alla vostra domanda iniziale, che intanto ci saremo tolti dai coglioni un po’ degli stessi, cosa c’è di clamoroso in questo studio che ha dimostrato, per l’ennesima volta, l’inefficacia clinica dell’omeopatia? Il fatto che l’abbiamo eseguito. Sarebbe come pagare uno studio per dimostrare che pregare non guar… cazzo.

E ne sento e ne conosco, di quelli che pregano e di quelli che ridono di chi prega e poi “assumono farmaci omeopatici”, sostenendone con forza la funzionalità perché “a me il raffreddore dopo cinque giorni è passato”, ” a me l’allergia si è attenuata nel giro di tre mesi”, ” a me il placebo fa tirare il cazzo”.

Conosco anche madri che usano l’omeopatia “ma se mia figlia ha la febbre le do la tachipirina, mica so’ scema.”. Al che mi viene anche in mente che possa esserci una leggera generalizzazione, con relativa confusione tra prodotti omeopatici veri e propri e prodotti d’erboristeria, rimedi “old school” come il canarino che mi faceva nonna per il mal di pancia, ma se manca anche l’attenzione per distinguere il qualcosa dal nulla, siamo lo stesso messi male.

Come forte sostenitore della selezione naturale applicata allo sviluppo ed al progresso sociale, sono qui per lottare a favore del diritto di ciascun cittadino a ricorrere a “medicine” alternative, anzi, direi all’obbligo per chi ne faccia espressa dichiarazione. Per dirla tutta, dovrebbe essere un divieto di ricorrere al servizio sanitario nazionale, un po’ come l’ordine di “non rianimazione”, per intenderci. Lasciamo quello schifo della dannosa medicina tradizionale a quegli stronzi che credono nei fatti, nelle sperimentazioni e nei risultati effettivi.

Un pensierino va però ancora a quei medici che promuovono questa pericolosa truffa, vale lo stesso che per i pazienti: scegliete di netto la branca, arricchitevi sulle spalle degli idioti, ma lasciate spazio a medici veri per pazienti veri, compratevi un cazzo di camice hippy ed esercitate in un teepee.

Vi lascio con un gioiello perché oggi siamo stati troppo seri.

[D.C.]

 

Annunci

One comment

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...