Io sono più furbo di tutti

scusate

Muore una neonata di pertosse.

Il motivo per cui è morta è che era troppo piccola per essere stata vaccinata: di solito in questi casi esiste un meccanismo medico-sociale che si chiama immunità di gregge e che permette anche agli individui non vaccinati di essere protetti dal contagio di una malattia grazie al fatto che una certa percentuale di individui è vaccinata, e quindi il contagio non riesce a diffondersi.

Avrete letto tutti negli ultimi giorni, in seguito a una preoccupante dichiarazione del Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, che in Italia i bambini vaccinati stanno calando di numero così velocemente che non si riesce a raggiungere questa soglia. Adesso, senza usare parolacce*, cercherò di spiegarvi perché.

Le mer persone dichiarano di fidarsi più di Google che del proprio medico. Perché il medico è pagato dalle case farmaceutiche, le case farmaceutiche sono kasta, c’è un complotto segreto che nessuno ti dice ma che se vai a cercare su Google qualcuno ti spiega per filo e per segno. Quindi vai a cercare su Google e trovi un’infinità di associazioni, gruppi, merd sedicenti medici antivaccinisti che spiegano con supercazzole senza nessun fondamento tutti i rischi dei vaccini, gli interessi economici che ci sono dietro e tutto quello che non vogliono dirci i media ufficiali.

Quello che non vi dicono invece gli antivaccinisti (e non faccio nomi perché ovviamente hanno la querela facile) è il giro di soldi che si genera da questa mer diffusione di notizie false tramite la vendita di libri di “contro-informazione”, il clickbaiting o semplicemente le visite ai siti in cui si spiega a genitori preoccupati che il vero sballo è dire no. Ci sono addirittura siti dove si istruiscono i genitori a rispondere a tono al pediatra in modo che non riesca a convincerli che la vaccinazione è necessaria.

E una volta che i genitori sono convinti di fare la cosa giusta non c’è più verso di smuoverli perché siete delle me l’importante è avere ragione. Far ricredere le persone da una loro convinzione personale, specialmente se questo li fa sentire superiori a qualcun altro, è molto più difficile che sollevare il martello di Thor se siete degli stron umani immeritevoli. Puoi spiegare anche cinquecento volte al giorno fatti piuttosto essenziali ai quali si può rispondere semplicemente usando la logica, tipo:

  • L’aneddotica non è scienza quindi non me ne frega niente di quanti figli non ha vaccinato tuo cuggino
  • Il fatto che Jenny McCarthy – o chiunque altro – abbia un figlio autistico non la rende automaticamente un luminare della scienza medica, la rende soltanto particolarmente soggetta a farsi intortare da mer ciarlatani senza scrupoli
  • Una casa farmaceutica guadagna molti più soldi da un bambino malato che da uno vaccinato
  • Il tuo parere, la tua opinione contraria, non valgono assolutamente una ceppa messa in croce, non contano niente, nulla, nada, non sono nemmeno un mezzo bip sul radar della comunità scientifica, meno di un principio attivo in un medicinale omeopatico, perché tu puoi essere un genitore preoccupato, un leone da tastiera, un laureato all’università di YouTube, ma non sei un medico. E quindi non sei qualificato a parlare. E dunque NO, la tua opinione non mi interessa e non l’ascolto, e se insisti è anche probabile che alla fine qualcuno ti cacci un paio di insulti perché te li meriti: sei ignorante, presuntuoso, non capisci un caz come funziona la scienza e pur di non ammetterlo stai mettendo a rischio la salute dei tuoi figli e di quelli degli altri.

Continueranno a cercare di collegare autismi e vaccini usando formule tipo “ho sentito che”, “si dice”, “pare”, “studi dimostrano”, volerti spiegare gli interessi delle case farmaceutiche nei vaccini perché si sa, è un business, quindi se ci sono soldi di mezzo è automatico che decadano tutti i vantaggi di un prodotto medicinale, sì, ho detto prodotto, benvenuti nel capitalismo! Il fatto che qualcuno ci guadagni non significa che il prodotto sia inutile, ma prova a farglielo capire, come se l’Artiglio del Diavolo te lo regalassero.

E la perla degli ultimi giorni è stata che la neonata morta di pertosse a Bologna non sia mai esistita, che sia un’invenzione della stampa pro-vaccini per manipolare l’opinione pubblica e sensibilizzare al tema, e si alzano grida compiaciute “Io non mi faccio fregare! Antivaccinista sempre con orgoglio! Io sono più furbo di voi!” mentre c’è un’intera famiglia che piange la morte di una neonata e altre ce ne saranno in futuro e magari saranno molte, moltissime, un numero impossibile da contare nel caso che scoppino focolai di epidemie. E allora tutti questi antivaccinisti orgogliosi scompariranno come scompaiono i nazianimalari quando insorgono malattie che necessitano antibiotici**. Magari la bambina morta è stata contagiata da uno dei loro figli, che ha “fatto la pertosse ed è ancora qua”, che fosse stato vaccinato… ma devo stare qui a spiegarvelo?

vaccini-pericolo

È per questo motivo che no, non potete avere libertà di scelta se vaccinare o no; per questo motivo si chiedono di introdurre vaccinazioni obbligatorie; per questo motivo in alcuni stati degli USA un bambino non vaccinato non può frequentare la scuola e in Australia non è coperto dai sussidi sanitari. Non siete più furbi, non siete più bravi, non siete migliori, siete soltanto i soliti imbecilli manipolabili fieri di esserlo, degni rappresentanti dell’italianità più stupida e superficiale che si crede migliore del resto del mondo e lo afferma orgogliosa, mentre il resto del mondo gli ride dietro. Smettetela di nascondervi dietro alla libertà di opinione, alla libertà di scelta, alla libertà di parola: state facendo danni agli altri, ai bambini degli altri, credendovi come sempre superiori e usando la pretesa di diritti a sproposito. La vostra opinione non vale un cazz assolutamente niente di fronte a quella della comunità scientifica ed è giusto cominciare a farvelo notare e a farvi notare che no, non avete diritto di esprimere il vostro parere contrario perché il vostro parere non vale NIENTE. E se verranno introdotte le vaccinazioni obbligatorie sarà perché la vostra libertà di scelta vi porta a fare delle scelte del porcod sbagliatissime delle quali non avete nemmeno bisogno di prendervi la responsabilità, dato che se esistono le scie chimiche e i rettiliani e l’uomo non è mai andato sulla luna perché quella bambina dovrebbe davvero essere morta di pertosse?

Ecco. Aspettate che muoia il figlio del vostro vicino di casa, contagiato da vostro figlio che ha avuto la pertosse ma non è morto, tanto sarà sempre colpa di qualcun altro perché tanto dai, i vaccini mica servono a niente, vedi? Mio figlio ha avuto la pertosse e non è mica morto!

[N.U.]

* tre motivi: 1) per rispetto alla famiglia della neonata morta, 2) perché mi hanno detto che scrivo come se avessi la sindrome di Tourette, 3) perché a usare parole forti e sicuramente più efficaci delle mie ci ha già pensato qualcun altro, tempo fa, in questo meraviglioso anno di ulteriori cali delle vaccinazioni, bestemmie e vaffancuori vari.

** no, scusate, leggo su Facebook che hanno risolto usando i generici, perché quelli non sono sperimentati sugli animali (vi svelo un segreto: no.) e costano meno. Quanto sono furbi? Non ce ne liberiamo nemmeno a ‘sto giro.

Annunci

34 thoughts on “Io sono più furbo di tutti

  1. Bell’articolo, ma temo inutile: tu stesso riconosci che le convinzioni personali, soprattutto su cose così sentite come la protezione dei figli, non le schiodi manco a cannonate. Siamo tutti troppo furbi per farci fregare da tutti gli altri furbacchioni quali medici, Big Pharma, la classe politica compiacente e probabilmente anche la massoneria, ti pare che un banale articolo di blog potrebbe smuovere anche uno solo di questi antivaccinisti? Ho tanta paura che forse (forse!) l’unico modo in cui il trend negativo di vaccinazioni potrebbe invertirsi sarà quando ci sarà un consistente numero di casi di malattie ad oggi quasi scomparse. Il bello oltretutto è che so anche che altra reazione ci sarà: diversi genitori prima antivaccinisti, voleranno a vaccinare i figli incavolandosi con medici, Big Pharma, classe politica compiacente e massoni in quanto “sapevano tutto alla perfezione e non hanno fatto nulla per evitare queste epidemie!!!”.

    • Proposta: non vaccini tuo figlio perché ti fidi più di Google che del tuo medico? Bene, perdi il diritto alla pubblica sanità. Perché si basa sullo stesso principio di collettività che questi individui negano agli altri non vaccinando i figlio. Punto.

      • Ottima idea!
        E visto che ci siamo togliamo il diritto all’assistenza sanitaria anche ai fumatori, agli automobilisti che superano i limiti di velocità, a chi assume alcol, a chiunque abbia una qualsiasi condanna civile o penale…
        D’altra parte sono tutte violazioni del principio di collettività.
        Punto.

  2. onestamente mi auguro che tu non abbia figli, perchè se è con questa veemenza, violenza e arroganza che tratti gli argomenti dubito che tu possa riuscire a educare al dialogo, a insegnare la dialettica tra differenti opinioni, a inculcare il senso del rispetto o la curiosità di capire l’altro. Ho sempre dubitato di chi si prende la ragione, se la mette in tasca e se la porta a casa. Detto questo esistono ti assicuro tante persone come me, che vivono questo problema con senso critico e senza convinzioni precostituite. Se fino ad oggi ho scelto di non vaccinare mio figlio è perchè non pensavo di avere sufficienti informazioni per farlo con coscienza e a ragion veduta, e non per chissà quali dogmi talebani youtubbari. Forse presto gliene farò alcuni, non tutti, perchè inoculare nel corpo sano di mio figlio il virus di una malattia estinta o che può contrarre solo per vie sessuali (a un anno?!?!?), penso sia un gesto criminale. Prenditi la briga di leggere se l’argomento ti interessa davvero, ci sono tanti medici che ne hanno parlato a fondo e senza faziosità. Coltivare il dubbio fa bene all’intelligenza.

    • Vedi, il punto Massimo è proprio questo: ti basi su una tua opinione autoreferenziata piuttosto che su un dato scientifico. Cioè “inoculare nel corpo sano di mio figlio il virus di una malattia estinta o che può contrarre solo per vie sessuali penso sia un gesto criminale”. (e poi scusa, di che vaccino parli nello specifico?) E non dire per favore “prenditi la briga di leggere” come presumendo che tu l’abbia fatto E QUINDI hai ragione. Perché quell'”e quindi” non esiste in scienza. Non solo: dimostri proprio di possedere dentro di te la protervia e la prepotenza contro cui ti scagli all’inizio della tua risposta. Esistono concetti assodati in comunità scientifica, come l’utilizzo dei vaccini. Ed esistono “voci discordanti”, da rispettare certamente, ma comunque “voci discordanti” isolate. Vaccina tuo figlio. Non fare di testa tua. Su un argomento così importante ascolta un esperto. Dedicati a ciò di cui sei esperto tu e affidati a qualcuno più esperto di te per la salute di tuo figlio: non stai battendoti in una crociata per “coltivare il dubbio che fa bene all’intelligenza”. Stai decidendo della salute di tuo figlio.

      • Anche tu però stai seguendo una tua idea che è quella di “non dobbiamo fare di testa nostra e fidarci solo della scienza” e prosegui “per scienza intendo la posizione maggioritaria della “comunità” scientifica, le minoranze isolate non contano, si sa che le minoranze sbagliano sempre, la storia è piena di esempi in cui le minoranze hanno toppato alla grande..” (bel mito poi questo della comunità scientifica, ti sei mai chiesto perchè si fanno chiamare così, quali caratteristiche hanno che gli scienziati per essere una comunità? forse non esiste competizione, invidia carrierismo, interessi?)
        Quindi per poterti fidare della scienza come fosse una verità assoluta devi per forza fare una scelta di testa tua per scegliere a chi credere, e se qualcuno ti dicesse che non sei abbastanza esperto per fare una scelta del genere e dovresti invece rivolgerti agli “specialisti di decisioni razionali?” in fondo è una scommessa credere ciecamente in alcune verità scientifiche che al momento vengono date per certe, non sarà mica qualcosa di simile alla fede la tua? Difficile affermare che non si può scegliere di testa propria, (che non significa per forza in base alla propria ignoranza ) e poi di testa propria scegliere di affidarsi a qualcuno ritenuto affidabile….con affetto, un pò di dubbio può anche essere salutare a volte..

    • Esistono cose che producono effetti misurabili e ripetibili, pur con un margine d’errore, e cose che non lo fanno.
      La scienza, qualsiasi scienza, può sbagliare, ma la sua forza sta proprio nel continuare a sperimentare, a migliorarsi, a evolversi.
      Non è neanche questione di “vaccini sì\vaccini no”, è una questione di logica, di come si effettuano le valutazioni: non è una battaglia fra comunità scientifica e santoni, stiamo parlando di avere la capacità di discernere fra studi effettuati su campioni estesi e teorie che non hanno nessuna evidenza reale a proprio supporto.
      Qualsiasi “rimedio alternativo”, se viene dimostrato che funziona, diventa una cura.
      E’ la parte in cui si deve dimostrare che l’aria fritta non è aria fritta che di solito mette in difficoltà i sostenitori di “cure” strampalate o teorie ai limiti del complotto.

      Il giorno in cui, per qualsiasi cosa, mi porteranno risultati reali, concreti, in numero sufficiente e ottenuti in situazioni monitorate cambierò idea. Il resto sono scoregge al vento.

      • La scienza, la comunità scientifica, i medici, le istituzioni. Quando la scienza ha i mezzi e l’indipendenza per poter muovere le sue ricerche senza condizionamenti allora Marco condivido in pieno la tua opinione. non sempre è così. saremmo ingenui se pensassimo il contrario. Quando poi il fatto diventa legge, quando le istituzioni ci mettono la loro zampona, sentirei di fare un’offesa alla mia intelligenza se non mi ponessi qualche domanda in più. Ti faccio un esempio: la legge italiana del ’95 che sancì le vaccinazioni obbligatorie prevedeva in partenza (cito) “misure di indennizzo a favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazione di emoderivati.” per me questo significa solo una cosa: la scienza sa che questi vaccini possono fare danni, ne prevede già le contromisure. Dimmi allora con certezza se puoi di chi devo fidarmi? Non è più sano e utile (nei limiti che l’informazione può avere) cercare di costruirsi una propria opinione puntuale, ascoltando diverse campane e dare alla “comunità scientifica” i mezzi e le possibilità di approfondire i propri studi, in ogni direzione, senza preclusioni e allarmismi di sorta?

      • Ma che i vaccini possano far danni, Massimo, è chiaro. Possono far danni come tutti i farmaci.
        E se io – Stato – ti obbligo a prenderli, è giusto che io preveda un indennizzo in caso di effetti indesiderati.

        Ma se il vaccino contro il morbillo vede insorgere effetti indesiderati di rilievo (encefalite o reazione allergica severa) una volta su un milione, le complicazioni derivanti dal morbillo stesso sono molto più gravi e molto più frequenti: la polmonite insorge una volta su venti, l’encefalite una su duemila e, purtroppo, in circa un caso su tremila la malattia può rivelarsi mortale.
        Per cui, anche come Stato, preferisco indennizzare una persona su un milione che spendere miliardi per curare la gente che si ammala per le complicanze del morbo.

        Ora, parli di “fare un’offesa alla tua intelligenza”, io mi chiedo, non è un’offesa all’intelletto umano scegliere in coscienza di esporsi a rischi gravi che insorgono di frequente rispetto al rischio, ben più basso, degli effetti indesiderati?
        Che la medicina non sia una “scienza esatta” dovrebbero saperlo anche i sassi, il punto – anche senza tirare in ballo l’immunità di gregge – è essere in grado di leggere semplici dati statistici.
        Anche le cinture di sicurezza non ti salvano il culo al 100%, però intanto le metti, perché al limite uno strappo muscolare è meglio che sfondare il parabrezza con la testa, no?

      • Senza contare il fatto che delegittimare i vaccini o la medicina in generale senza applicare lo stesso ragionamento alla medicina alternativa è comunque risibile, per mettere in commercio un farmaco devo seguire una procedura lunghissima e dispendiosa, devo farmi criticare da miei pari e garantire e seguire un sacco di requisiti, per quale motivo io dovrei imbrogliare mentre l’omino del farmaco omeopatico che ha come iter di commercializzazione una procedura semplicissima dove non deve nemmeno provare l’efficacia del suo farmaco, invece sicuramente sarà onesto al 100%

      • Hai perfettamente ragione nel dire che “quello che conta è il METODO che valida una teoria.”
        Peccato che tante denunce (anche gravi) di danni vaccinali vengano sminuite, sottostimate, negate, non contemplate. Quindi che validità ha un metodo se i risultati statistici non sono completi?
        Prova a leggere, se vuoi, qualche storia di persona danneggiata da vaccino. Il comune denominatore è essere sballottati da uno specialista all’altro, che non ha cure o risposte, ma la certezza matematica che il vaccino non c’entri (anche se i primi problemi si sono verificati subito dopo la somministrazione!). Praticamente un muro di gomma … come ce ne sono altri in Italia.

    • Il dubbio è deleterio se non si provvede a procurarsi strumenti per comprendere l’oggetto del dubbio stesso. Il risultato di un problema analizzato e affrontato usando come strumento articoli su internet (ma pure libri di medicina veri) senza avere il bagaglio di competenze sufficiente sarà sempre e comunque quello di “fidarsi” di chi ha la dialettica più convincente, ma dovrebbe essere chiaro che essere convincenti non significa offrire la verità su qualcosa.

      • Anche quei poveracci che sono morti e stanno ancora morendo per l amianto si fidavano della scienza… nutrire dubbi è fondamentale. Le famiglie devono essere informate di tutti i pro e i contro.. poi vorrei sapere come mai in un paese di mille abitanti
        due bambini hanno subito un sicuro danno da vaccino ( uno è rimasto sulla sedia a rotelle e l altro un ritardo mentale causato dalle convulsioni subito dopo essere stato vaccinato) . Poi non capisco il perché dell esavalente. Ci costringono a fare sei vaccini quando gli obbligatori sono 4.

      • “Come mai in un paese di mille abitanti due bambini hanno subito un sicuro danno da vaccino”
        Non ho capito. A parte che può succedere, non è che l’insorgenza di complicazioni è egualmente distribuita. Il manifestarsi di effetti collaterali si misura sul totale dei campioni, e questo non impedisce a due casi di verificarsi “vicino”, è proprio un’argomentazione di cui mi sfugge il senso.
        Devi prendere il totale di vaccinati e vedere quanti hanno avuto reazioni come quelle che dici (e la cui insorgenza sia stata inequivocabilmente associata al vaccino) e compararla col numero di non vaccinati che hanno avuto complicazioni gravi (e la cui insorgenza sia stata inequivocabilmente associata alla patologia).
        Mi spiace ripetermi ma il resto sono ipotesi, quando non illazioni, che partono da esperienze personali o ancor più facilmente dal “sentito dire”.

        “Anche quei poveracci che sono morti e stanno ancora morendo per l amianto si fidavano della scienza… nutrire dubbi è fondamentale.”
        Nutrire dubbi è quello che fa andare avanti la ricerca scientifica. Non si può prevedere tutto, non si può risolvere tutto, e spesso le cose vanno avanti passando anche attraverso errori. Il punto è che quello che conta è il METODO che valida una teoria. Qualsiasi domanda o obiezione va benissimo, quello che non va bene è trattare allo stesso modo uno studio rigoroso e un’idea non supportata da prove. Io boh, non so più come dirla, ‘sta cosa.

  3. io non mi sento una merda come gentilmente siamo stati nominati noi antivaccini ma sai convincerei i vaccinisti a cambiare idea ??? fare vaccinare il proprio figlio e vederlo avere le convulsioni e poi diventare autistico e vedere lo stato completamente assente e doversi pagare tutte le cure di tasca propria !!! perciò calmini con i termini e poniamoci qche domanda: come mai adesso i vaccini non sono + obbligatori ?? come mai i tribunali con le loro sentenze cominciano a dare ragione alle famiglie offese !!??? primadi dare delle merde alle persone è meglio passarci prima e poi giudicare magari !!!! firmato una mamma merda!

  4. Io vorrei creare una pagina web in cui spiego come ci sia un enorme complotto dell’aria, naturalmente la kasta, le case farmaceutiche e gli scienziati (quelli cattivi non quelli buoni come quello di piovono polpette) ci tengono tutti all’oscuro del loro piano diabolico. Il complotto dell’aria, spiegherei ai miei adepti, è pericolosissimo, delle persone invisibili ma che vedono tutti, rilasciano delle sostanze nell’aria e rendono tutti scemi e anche brutti. L’unica cura è quella di vivere nelle fogne come le tartarughe ninja e aspettare che il complotto passi. Alla fine, metti che sto complotto esiste veramente e gli scettici muoiono assiderati, ma per qualche mese ci toglieremmo dai coglioni tanta di quella gente che sono sicura morirei felice.

  5. Non mi resta che piangere: tutti gli scemi vittime di una società manipolatrice. Ma perchè l’insulto gratifica così tanto l’essere umano? In questo post c’è tutto, meno che il buonsenso e le domande giuste. Uno contro l’altro a suon di parole che hanno il suono di una rotaia arruginita che corre su un binario sporco. Questa pagina è una cozzaglia di stili e di stiletate. Ma cosa è importante? Qualcuno di voi , a parte ponteprimo walli gualtiero, si è degnato di mettere le fonti di ciò che dice? Ci vogliamo aiutare a capire o solo dimostrare chi è più bravo e veloce nella replica audace e ritmicamente efficace? Che tristezza questa guerra tra poveri e ignari burattini. Tutti…, chi più e chi meno. Ed io, anche questa volta non ho imparato nulla e nulla mi si è chiarito. L’immobilità di chi ha troppe aspettative nel genere umano: sono malata di questa paralisi intellettuale.
    Siamo tutti autistici. Irma.

  6. È morta una neonata e tutto sto casino?
    E se ne fossero morte due o tre?
    La fiducia va conquistata e non è dovuta a chiunque a prescindere solo perché è un medico.
    Ci sono medici buoni e medici cattivi, altrimenti perché pur essendo medici dicono cose diverse?
    Io per mie esperienze personali ne ho trovati sia di meravigliosi sia di criminali, dunque se permetti scelgo io, perché preferisco sbagliare da solo piuttosto che sbagliare perché malconsigliato!

    • Si dice che chi è vaccinato non contrae la malattia ma ne diventa portatore sano. Se fosse veramente così, allora quella povera bambina sarebbe morta lo stesso, perché allora speculare su quella morte?
      Se la medicina non è una scienza esatta, allora anch’io ho il diritto di non essere esatto e di poter scegliere per bene o male che vada a finire.
      Non è detto che io scelga di non vaccinare mio figlio, ma se dovessi scegliere di non farlo ho anche il diritto di non venire giudicato da chi non sa nemmeno se quanto propone è benefico o dannoso e in che misura lo sia.
      Questo articolo si sarebbe dovuto intitolare “Scusate se sono ritardato” e non “Scusate il ritardo… vostro”.

      • “Se la medicina non è una scienza esatta, allora anch’io ho il diritto di non essere esatto e di poter scegliere per bene o male che vada a finire.”

        Qualcun altro che non ha capito niente del post ma vuole commentare comunque?

  7. 1) Chi ha divulgato questa panzana su vaccini e autismo è un EX medico ARRESTATO PER TRUFFA e radiato dalla professione, tale Andrew Wakefield . Pare che abbia più credibilità di chi si sbatte tutti i giorni per evitare epidemie, e con la circolazione attuale delle genti, pandemie.
    2) La scienza è tale perché non si basa sulla fede, non si tratta di credere o meno. Alla scienza è dato l’ONERE DELLA PROVA. La prova sono i numeri. Basta prendersi la briga di guardare i dati epidemiologici degli anni, dei decenni passati, e CONSTATARE i risultati a cui hanno portato le vaccinazioni di massa.
    3) Non ci sono malattie “debellate”, ma solo non più trasmesse grazie ad una popolazione massivamente vaccinata che ha permesso l’isolamento, o effetto gregge, chiamatelo come vi pare, creato dalla popolazione vaccinata che ne ha impedito la diffusione.
    4) Si sta ricominciando a morire di malattie che si credevano scomparse, malattie che noi oggi consideriamo banali, come il morbillo, o come la terribile difterite. Vedi in Spagna che non sapevano più nemmeno dove trovarlo il vaccino per la difterite, ovviamente la bimba contagiata non era vaccinata.
    5) Certe idee le trovo umilianti per chi spende la propria vita per il benessere altrui. E proprio nel nostro paese abbiamo fulgidi esempi di intelligenza e moralità, vedi la storia di Ilaria Capua. Andate a dirlo a lei che i vaccini sono inutili e pericolosi. Andate a dirlo a quei medici e operatori sanitari che sono morti contagiati per aiutare gli altri dove il vaccino ancora non esisteva.
    http://www.lescienze.it/news/2016/04/02/news/una_rivoluzione_virale-3036716/
    6) No, non sono un medico, no, non sono laureata, no, non lavoro per le multinazionali del farmaco, sono solo una ignorante comune, ma un’ignorante informata e con una mente scientifica quel tanto che basta per non “credere”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...