A favore dell’uso del cervello.

razzista3

È tanto che non scrivo.

Impegni, pigrizia, lavoro, e intanto i miei motivi di razzismo si accumulavano, fino al punto di essere più disgustato del solito.

Io per lavoro guardo molta TV. Per quanto possa sembrare stupido è tutto vero. E qualche tempo fa mi son ritrovato a seguire distrattamente la cerimonia di premiazione del Pallone d’Oro. Che schifo il calcio, eh? E che schifo che dobbiate leggere di un allenatore che dà del frocio a un altro, tanto quelli sono bestie, si scannino tra loro. E invece ho scoperto che all’estero tifoserie e squadre reggono striscioni con scritto Refugees Welcome. In Italia non si può, sapete. Da noi se ti dichiari contro gli insulti che denigrano gli omosessuali sei tacciato di correttezza politica, ma un’istituzione come la Serie A non può apertamente schierarsi contro i razzisti, ipotizzando che lo voglia, in nome della stessa correttezza politica.

Però, sorpresa sorpresa, puoi schierarti contro i diritti di un altro, basta dire che sei a favore di un’altra cosa, e per magia non sei più un razzista omofobo di merda, ma uno che è a favore della famiglia. Tanto sei in Italia, non fa niente che il resto del mondo civile ha, giustamente, che cazzo, accettato come famiglie le unioni tra persone dello stesso sesso, qui da noi puoi condannare a gran voce l’Islam radicale ma poi comportarti esattamente allo stesso modo, visto che i gay ci fanno schifo e la donna deve essere sottomessa all’uomo. È uno di quei casi in cui persino il Papa non riesce a dare il contentino ai dissidenti, gli omosessuali vanno bene solo se sono anche pedofili e se la Chiesa può nasconderli in silenzio, per il resto nisba.

La riflessione che mi giunge ovvia è che se all’estero il calcio viene preso per ciò che è, uno sport popolare che può essere veicolo di educazione per giovani e meno giovani, qui da noi ha duplice valenza: schifezza da ignorare e vituperare, insieme a tutti quelli che lo seguono, per i radical chic, oppure veicolo per sfogare impuniti i propri istinti più beceri, per gli imbecilli.

Ah, ma io non sono contro la vostra idiozia. Sono a favore dell’uso del cervello.

[E.P.]

Advertisements

4 thoughts on “A favore dell’uso del cervello.

  1. Pingback: Italo | non si sevizia un paperino

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...