Ho fondato un partito.

anovantagradi

Recentemente sono nati due nuovi partiti. Uno l’ha messo su Francesco Facchinetti, definendolo “un movimento apolitico” (e quindi cosa fa? non fa politica? e allora a cosa serve? è solo un movimento, nel senso che si muove? che fa, “porta in alto la mano”?). L’altro l’ha inventato Mario Adinolfi: il Popolo della Famiglia. Che riunirà tutte le famiglie tradizionali italiane, a partire proprio dalle due di Adinolfi.

Facchinetti si propone di “cambiare le cose lavorando” (che è un passo avanti rispetto al civatiano “cambiare le cose cambiandole”) e lancia un sondaggio online per trovare il nome del partito a suon di like (io un po’ ci spero, che vinca l’acronimo F.I.G.A.). Adinolfi, ovviamente, propone la solita minestra cattofascista incentrata intorno al concetto di “famiglia”, una specie di variante del Nuovo Centro Destra, che già di suo aveva poco sia di nuovo che di centro, con ancora meno nuovo e ancora meno centro.

A questo punto è chiaro che la moda è lanciare partiti e movimenti a caso partendo da un’idea fumosa ma accattivante e, soprattutto, comprensibile al popolo della rete. Per questo ho deciso di buttarmi in politica anche io. Signore e signori, vi presento il mio movimento.

gattinimaro2-01

Non ho ancora deciso il programma, ma di sicuro sarà un movimento apolitico, apartitico e aperitivico, in cui tutti possono parlare tramite la rete sulla base di spunti forniti da noi e soprattutto in cui tutti possano urlare fortissimo davanti al monitor indignandosi a mostro per qualsiasi cazzata ci venga in mente.

Bisogna muoversi per far tornare in patria i nostri marò, e per muoverci e fare movimento abbiamo bisogno di voi! Unendovi a Gattini Marò per la Rete, potrete

  • Darci i vostri inutili euro, che saranno sostituiti dalla cara vecchia lira – stampata da noi – che ovviamente diventerà la moneta forte e sovrana appena verremo eletti dal popolo.
  • Salvarvi dai vaccini e dalle medicine cattive firmando una rinuncia al servizio sanitario nazionale controllato dai poteri forti e delle case farmaceutiche e usufruendo del nostro Pronto Soccorso Omeopatico attivo 24 ore su 24 CH (intesa come diluizione del tempo).
  • Ricevere IN OMAGGIO la maschera antigas ufficiale del Movimento Gattini Marò per la Rete autografata da Povia.

Oltre al ritorno alla lira che vi promettiamo come secondo punto del programma (subito dopo il rientro dei nostri marò), vi giuriamo croce sul cuore che con noi al governo:

  • Finalmente i gattini avranno un peso giuridico pari a quello degli uomini onesti.
  • Sarà possibile trasmettere reale violenza fisica contro gli oppositori politici semplicemente premendo pù forte i tasti della tastiera, grazie all’algoritmo Zip Wor Argainon II.
  • Verranno aboilite le banche e le tasse; inoltre, condanneremo a morte Ernesto Equitalia, fondatore della società omonima e criminale.
  • Faremo un muro alto alto alto col filo spinato tutto intorno agli stati musulmani e a quelli pieni di zingari.
  • Regaleremo soldi gratis alla brava gente e uccideremo tutti i malviventi.
  • Con un po’ d’impegno e studiando tutti insieme una soluzione su internet, entro il 2018 sconfiggeremo la morte.

Dai che siamo tantissimi, cambiamo insieme la nostra povera Italia!

[B.K.]

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Novanta Gradi e contrassegnato come , , , , da Benito Karimov . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su Benito Karimov

Non ho peli sulla lingua. Ma se ce li ho, sono (pick one randomly): di una tizia\o conosciuta\o ieri, di una deputata grillina, di Alyssa Milano, di un siberian husky, di tua madre*, della tua metà (uomo o donna che sia), di un gattino, miei, di Lorella Cuccarini, della tizia di cui guardavi le foto stamani, tuoi, non so\non ricordo. * se può consolarti ho dovuto drogarla.

19 thoughts on “Ho fondato un partito.

  1. Finalmente qualcuno senza peli sulla lingua !! o che se ce li ha, li sputa subito oppure li cerca con le dita, li trova (e questo non è sempre facile, ci vuole coraggio) li guarda un momento e poi si impegna per staccarli dalle dita che saranno un po’ bagnate di saliva ( un altro punto in cui molti si arrenderebbero) !! Bravo !!

  2. Pingback: La patata bollente del Sindaco di Roma. | non si sevizia un paperino

  3. Pingback: Gattini Marò: L’intervista | non si sevizia un paperino

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...