Sarò anche storpio, ma i miei gliel’hanno fatta vedere!

Posted by

L’Emilia Romagna approva l’obbligo di vaccinazione per l’iscrizione al nido.

L’unica vera proprietà dell’essere umano è il proprio corpo e obbligare questo corpo a delle modifiche forzate è una delle maggiori prevaricazione che altri uomini o la società organizzata possano perpetrare nei confronti dell’individuo.

Ma la vita è fatta di molti pesi e di molte misure.

Così l’ingiusto diventa necessità, financo giustizia, talvolta.

Così è ingiusto rapire una persona ma può essere giusto imprigionarla.
Così è ingiusto assassinare ma può essere giusto abbattere il nemico.
Così è ingiusto drogare ma può essere giusto vaccinare.

È chiaro, in quest’ottica, comprendere la frustrazione e la rabbia di quelli che vorrebbero disporre completamente almeno del proprio corpo, considerando già opprimente la necessità di doverlo affittare per gran parte del tempo, per lavori utili più alla sopravvivenza propria che a una reale crescita personale della società stessa. Ma per un essere pienamente senziente, in grado non solo di volere ma anche d’intendere, è altrettanto chiaro che quelle persone così frustrate e rabbiose per non poter impedire il vaccino contro malattie pericolose sono dei completi imbecilli.

Ad aggravarne la posizione d’infanti, incapaci di decidere per sé e per la propria incolumità, c’è il dolo nei confronti di terzi, individui a rischio che non possono altrimenti essere protetti da malattie ormai sostenute dall’unico vettore dell’idiozia.
Si sono sprecate le metafore sulla totale mancanza di buon senso nella rinuncia alle principali vaccinazioni. I vaccini, una roba che vista con gli occhi di qualche anno fa sembrano qualcosa uscita da un romanzo di fantascienza. Ma con la crescita scientifica e tecnologica da fantascientifiche, sono giunte anche le devianze umane da fantascienza, assurdità che avremmo riconosciute come tali fino a qualche tempo fa che nascondiamo dietro la normalità raggiunta rispetto alle assurdità di qualche tempo fa. Tanto che a più di qualcuno viene il dubbio che in effetti potrebbe non essere una cattiva idea lasciare la natura fare il proprio corso, riportando l’umanità ad un livello di attenzione e concentrazione tali da evitare puttanate come la moda dei risvoltini, Barbara D’Urso e il rifiuto dei vaccini.
Purtroppo però rimettere in circolazione la poliomielite non sembra la migliore delle strade da percorrere.
vaxx
Quindi, ad esempio in Emilia Romagna, si è deciso che “togliere la sete col prosciutto” non è la soluzione all’accrescimento culturale e del Q.I. generale. Piuttosto una combinazione di mens sana in corpore sano, con bimbi vaccinati che vanno in scuole in cui si insegni loro perché sia giusto vaccinarsi e, nel tempo, come magari rendere superate le malattie stesse e il concetto di vaccino.
Nel frattempo noi insistiamo nel tentare di sopravvivere a malattie, imbecillità e incapacità, anche solo per il gusto di continuare a rompere i coglioni a queste tre categorie, rimanendo talvolta coinvolti in questa o in quella, ormai fuori dalla possibilità di vaccinarsi per ciascuna.

[D.C.]

Annunci

10 comments

  1. Ma non c’è la via di mezzo? Solo gli estremismi?

    Sabin, lo scopritore della vaccinazione anti polio, disse: “Andateci piano con le vaccinazioni.”
    Quindi, basta non esagerare.
    L’anti polio salva la vita e così anche altre vaccinazioni. Ci sono vaccinazioni… che fanno più male che bene… pare; perché alla fine l’organismo “non ci capisce più niente.”

    Anche le medicine fanno bene… qualche volta e guai a non prenderle.
    Buon pomeriggio.
    Quarc

    1. “Ci sono vaccinazioni… che fanno più male che bene… pare”
      Pare a chi? Quali sarebbero queste vaccinazioni così pericolose, che hanno più controindicazioni che benefici? Nomi e fonti (scientificamente fondate, magari).

      Ovviamente spero tu non stia parlando di vaccinazioni fatte in stato di malattia febbrile acuta, di allergie ai componenti dei vaccini, della presenza di disturbi generali clinicamente importanti come un decorso post-operatorio e simili, perché in quel caso è chiaro che il vaccino non va fatto (e infatti non lo fanno, se hai uno di quei problemi).

      Se stai parlando del vaccino antinfluenzale, dicendo che non va preso se non c’è motivo di prenderlo, mi tocca ripetere il titolo della rubrica: e grazie al cazzo! È stato detto in mille modi chi è meglio che si vaccini (in generale tutte le categorie per cui il vaccino è gratuito, la lista è facilmente reperibile online) e chi invece non deve farlo assolutamente (persone già malate o allergiche, lattanti al di sotto dei sei mesi, donne incinte da meno di 3 mesi e chi ha avuto casi di sindrome di Guillain-Barrè post-vaccino).

      1. Non posso scendere nei particolari perché non ricordo le fonti “lette anni fa”. Ci fu addirittura un medico della Svizzera francese che scrisse un voluminoso libro in proposito. Non ne ricordo l’autore e non credo di avere ancora il libro. So solo che andai a trovarlo a Losanna (il medico). Se lo trovo ti mando gli estremi.
        Ho semplicemente voluto dire che “La virtù sta nel giusto mezzo”… anche per i vaccini.
        Ciao. Quarc

    2. Non sono estremismi ma misure di sicurezza via via più stringenti, in proporzione all’aumento di rischio, che si sta rilevando da qualche tempo a causa del calo drastico delle vaccinazioni, fino a qualche anno fa non era necessario obbligare nessuno, oggi legioni di imbecilli amplificano le peggiori bestialità e come in questo caso, producono danni quantificabili a tutta la società, per questo la società è costretta a difendersi per arginare il problema e se non si riuscisse con l’obbligo potrebbero arrivare ad attuare misure ancora più drastiche ed estreme (e tranquillo che l’obbligo di vaccinarsi è tutt’altro che una misura drastica se rapportata a quello che si dovrebbe fare in caso di epidemie gravi)

      1. Caro Roberto,
        I latini dicevano: “Est modus in rebus”.
        Non bisogna mai essere estremisti. Certe vaccinazioni “devono” essere obbligatorie nello stesso modo come un’appendicite acuta deve passare dal chirurgo e non dall’omeopatia; altre vaccinazioni possono essere esagerate.
        In ogni caso, penso che il “buon senso” possa aiutare… se ce n’è ancora ad alti livelli.
        Buon pomeriggio.
        Quarc

      2. Guarda, non voglio farmi trascinare in una discussione inutile quindi taglio corto, parli di estremismi, di buon senso e di virtù che sta nel mezzo, senza dare parametri o citare fonti o ancora argomentare oltre ai suddetti modi di dire che sono tanto carini quanto privi di peso nel determinare una soluzione.
        La questione è molto semplice, stiamo andando sotto la percentuale che garantisce l’immunità di gregge, stiamo riscontrando malattie che si consideravano debellate in occidente, si rileva un aumento di malattie (es: morbillo) che erano ai minimi storici, tutto a causa del crollo delle vaccinazioni, tutto documentato con studi scientifici, non banali speculazioni filosofiche su ipotesi altrettanto filosofiche, a questo si può rispondere aumentando le campagne di sensibilizzazione e incentivando con vari metodi la pratica della vaccinazione, poi se non funzionerà si comincerà a denunciare chi propaganda stronzate antiscientifiche (e sarebbe ora che alla libertà di opinione venga contrapposto l’obbligo di prendersene la responsabilità), si impedirà l’ingresso a scuole ed asili a chi non è vaccinato e così via.

    1. Non è un obbligo dei vaccini, è semplicemente la richiesta di un requisito per poter usufruire di un servizio, non ti vaccini? Bene, ti tieni il figlio a casa. Non è diverso da mille altri requisiti che servono per fare altrettante cose (patente/guida, titolo di studio/accesso a certi lavori, giacca e cravatta/accesso in discoteca 😀 )

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...