Qualcuno prescriva dell’Imodium a Salvini.

Posted by

 

You’ll burn at your work, you’ll burn at your play
It’s positively smoldering, with ignorance and hate
And with anxiety, Babylon’s burning, Babylon’s burning”
(The Ruts – Babylon’s Burning)

Subito dopo le elezioni, sospinto dalla macchina della propaganda salviniana, il pentaleghista medio ripeteva a chiunque esprimesse rammarico e preoccupazione per il futuro una singola parola: Maalox*. Domanda: adesso che il Ministro dell’Inferno, dopo aver fatto lo smargiasso per mesi, sta cacando anche l’intestino tenue per la paura del processo per il sequestro di 177 persone (fra cui una trentina di minori non accompagnati), posso iniziare a scrivere “Imodium!” o si offende qualcuno?

Perché diciamocelo: del Matteo “paura zero” Salvini, del Matteo “io non mollo” Salvini, del Matteo “processatemi pure” Salvini è rimasto poco: al suo posto c’è un uomo pallido, nervoso, distrutto dalla paura e dalla diarrea, che si fa scrivere dall’avvocato due righe aggrappate a un cavillo nella speranza di convincere gli alleati a parargli il culo: adesso che rischia di essere processato e condannato davvero, infatti, chiede al Senato che neghi l’autorizzazione a procedere sul caso Diciotti.

Salvini non vuole dimostrare la propria innocenza difendendosi, come farebbe una persona non dico con le palle, ma almeno con una dignità. Salvini chiede agli alleati di impedire al processo di iniziare, dichiarando – appellandosi a un cavillo (che come vedremo è un cavillo del cazzo) – che quello che ha fatto l’ha fatto nell’interesse del paese e quindi che il processo non debba avere luogo. Non sta cioè cercando di difendersi nel processo come una persona normale, sta cercando di accedere a un privilegio per difendersi dal processo, nonostante in precedenza avesse fatto lo smargiasso sfidando apertamente l’autorità giudiziaria.

“People of every color marching side by side

Marching across these fields where a million fascists died
You’re bound to lose, you fascists are bound to lose!”
(Billy Bragg and Wilco – All You Fascists)

Ma quali sono gli argomenti dell’accusa, e quali quelli della difesa di Salvini?

Il reato contestato a Salvini è semplice: Salvini ha violato le Convenzioni internazionali in materia di soccorso in mare** impedendo uno sbarco che doveva avvenire in quanto richiesto regolarmente. L’ha fatto consapevolmente, privando illegittimamente della libertà personale tutte le persone a bordo, costrette a rimanere in una situazione pericolosa e in condizioni rischiose per la salute psico-fisica a bordo della nave. Il fatto è aggravato dall’essere stato commesso da un pubblico ufficiale, con un abuso di potere rispetto alle proprie funzioni, e in modo che coinvolgesse e danneggiasse anche dei bambini, molti dei quali non accompagnati.

Ora, che Salvini abbia commesso il fatto non è neanche in dubbio, dato che il Ministro ha rivendicato le sue azioni più volte, e con toni trionfanti, su tutti i social esistenti. Non indicando un luogo di sbarco sicuro e trattenendo a bordo delle persone ha apertamente violato in un colpo solo la convenzione SAR e il Testo Unico sull’Immigrazione (che “esclude qualsivoglia forma di costrizione dei migranti), mentre non autorizzando lo sbarco dei minori ha violato anche la legge Zampa, che stabilisce chiaramente il divieto di respingimento di minori stranieri non accompagnati.

La difesa di Salvini, in due parole, è che lui ha agito in difesa dello Stato, e quindi non può essere processato. Questo lo dice in una lettera al Corriere della Sera, fra una sparata da gradasso (cinque giorni fa diceva “Io non ho bisogno di farmi proteggere da nessuno. Non ho bisogno di chiedere. Sono pronto!”) e un’accusa di faziosità ai soliti giudici comunisti, giusto per rallegrare tutti quelli a cui mancavano le cazzate anacronistiche di Berlusconi.

“Down with racism no way no how
It didn’t work in the ‘forties
It won’t work now!”
(Gama Bomb – Racists!)

Ma si tratta chiaramente di uno di quei casi in cui la bocca dice una cosa e il culo caga a spruzzo.
Tralasciando l’uso strumentale dei numeri nella prima parte della lettera scritta al Corriere, già ampiamente chiariti da altri, è inutile sparare le solite frasi a effetto che vanno da un “non mollo” dal retrogusto nostalgico a un coraggiosissimo “non intendo sottrarmi al giudizio”, se poi alla prova dei fatti chiedi espressamente di non essere sottoposto a giudizio.

Paraculo, oltre che cagasotto.

E a questo punto voglio proprio vedere come reagiranno i miei amici cinquestelle di fronte a un Ministro che ha deliberatamente infranto più leggi, provocando un danno a persone innocenti, indigenti e in difficoltà, fra cui diversi minori. Un Ministro che chiede senza giri di parole che i suoi alleati, sputando sull’onestà di cui fanno vanto, impediscano alla legge di fare il suo lavoro: voglio proprio vedere con che faccia di culo giustificheranno il voto con cui garantiranno l’immunità a Salvini.

Perché io sotto sotto ci spero, che votino l’autorizzazione a procedere, però…

Dai, su, amici cinquestelle. Smentitemi. Per una volta tirate fuori le palle, visto che il vostro alleato di punta deve averle perse fra il selfie con l’hamburger e il selfie una pizza, e agite davvero in favore della giustizia e dell’onestà che tanto vi stanno care a parole. Ultima chance: se mancate questa, sarà chiaro a tutti che le uniche palle di questo Governo sono quelle che dice.

[Benito Karimov]

* in realtà, statisticamente, scriveva “malox” e non “Maalox”, giusto per ribadire anche sulle cose più stupide il proprio livello di ignoranza.

** Se non ci credete andate a cercare Testo Unico sull’Immigrazione, Convenzione SAR, Risoluzione MSC167-78, Direttiva SOP009/15, puntalcazzisti della mi’ fava che non siete altro.

Annunci

3 comments

Rispondi a Simona Fava Annulla risposta

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.