Il Trono di Stronzi

Posted by

La governatrice umbra vota contro le proprie dimissioni.

paperi2

L’unica cosa che sorprende meno è la mia scelta del titolo ad effetto che ammicca alla serie del momento.

Ma mi permetto di dire di non aver approfittato del clickbait a sproposito, perché qui si tratta di intrighi e di poltrone, proprio come nel Trono di Spade, magari più al livello delle ultime stagioni che delle prime, ma pur sempre di giochini e di poteri.

Mentre i poveracci di tasca fanno la loro (dis)onesta vita di cittadini, i poveracci di spirito cercano comprensibilmente di galleggiare a di sopra del popolo per non fare quella stessa fine, perché è molto più facile confrontarsi con la propria coscienza andando a dormire con i conti pagati che restare sveglio per i conti da pagare.

La “solita” politica intrallazzona troppo gargarozzona o troppo stupida si è fatta beccare con le mani nel sacco e, in un periodo in cui qualche schieramento politico ha punti d’immagine da recuperare e troppo poco potere per coprire la cosa, è stata costretta a dare le proprie dimissioni. Ma poi deve aver pensato: “Ma chivvesencula (credo si usi anche in Umbria). Io utilizzo tutti gli strumenti legali per rimanere dove sono, continuare a godere di diritti e privilegi e, se sarò fortunata, dopodomani sarà tutto dimenticato, altrimenti comunque la questione finirà, così cerco di guadagnarne il più possibile, magari ritagliandomi qualche garanzia personale per il futuro”.
Un pensiero umanamente del tutto comprensibile, soprattutto se il tuo gruppo politico non ha intenzione di coprirti.

Chiaramente io, da cittadino rosicone che non è stato in grado di mettere la testa fuori dalla melma popolare, vorrei che così non fosse, ma se da una parte vorrei una classe politica molto diversa da me per cultura, capacità, etica e morale, dall’altra mi rendo conto che invece difficilmente questo si avvera (nonostante il livello di riferimento!), e sebbene voglia astenermi da un mendace “tanto poi so’ tutti uguali”, devo dire che il giustizialismo populista e incapace dei Daenerys arrivati al governo negli ultimi anni mi ha tolto molte delle speranze derivanti dal vento del cambiamento che ci stava scompigliando i capelli e che ha finito per romperci i coglioni.

Quindi se la rimozione di un politico disonesto potrebbe farmi piacere, ho timore che potrebbe comunque non giovarmi, considerando che i pretendenti a quel trono, da tutti i sette regni, non hanno ancora svolto quel cammino di redenzione per il quale, nella nostra storia, sembra non si possa impiegare meno di un ventennio.

Quindi sia: avanti un altro, tanto noi si sta qui, come d’inverno a King’s Landing i cittadini.

Risultati immagini per king's landing burning

[D.C.]

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.