Duostatmometrìa.

anovantagradi

La duostatmometrìa (dal greco “σταθμός“, peso, “μέτρον”, misura, e “δύο“, due) è una patologia estremamente insidiosa che colpisce quasi tutta la popolazione – sebbene a livelli diversi – e impedisce alcune facoltà primarie, fra cui quella di valutare razionalmente fatti e soprattutto azioni secondo un metro di giudizio coerente. Oppure quella per cui uno del PD è scemo se al Referendum costituzionale vota come Verdini, Alfano e Confindustria ma non lo è se vota come Salvini, Berlusconi e Grillo (o viceversa), nel senso: “sei una merda se voti come quella gente là, ma io non sono una merda pur votando come questa gente qua”. Duostatmometrìa pura. Continua a leggere

Advertisements

Aristerinodusodìa.

anovantagradi

L’aristerinodusodìa (dal greco “ἀριστερά”, sinistra, “ῥίς“, naso e “δυσωδία“, puzza) è una patologia piuttosto comune che colpisce una porzione della popolazione ormai tragicamente limitata. Stavolta vi parlo col cuore in mano, giacché tragicamente ne sono afflitto anche io e in maniera piuttosto grave. Continua a leggere

Agnomocoprite.

anovantagradi

L’agnomocoprìte (dal greco “ἀγνώμον”, ignorante, e “κόπρος”, sterco) è una patologia piuttosto diffusa in una discreta porzione degli aventi diritto al voto in Italia. Si tratta di una regressione progressiva a uno stadio mentale sub-umano che può essere tradotto, usando termini comprensibili ai più, con l’espressione “ignorante come la merda”. Continua a leggere

10 modi per festeggiare Halloween se sei cattolico

anovantagradi

La chiesa cattolica ha sempre avuto un rapporto conflittuale con Halloween. Più di ogni altra, grazie soprattutto all’impulso del mai troppo compianto padre Gabriele “Ninja di Dio” Amorth, è sempre stata l’Associazione Internazionale Esorcisti a scagliarsi contro la blasfema All Hallows’ Eve, colpevole di incitare i giovani al satanismo al pari e anche di più di roba pericolosissima come Harry Potter, i videogiochi, la musica rock e pure qualche gioco da tavolo. È uscito il solito articolo delirante sui pericoli di Halloween anche quest’anno (il 2016 per noi, il 1416 per chi l’ha scritto) e la cosa mi ha portato a pensare: ma come fa un cattolico praticante a festeggiare Halloween senza incorrere nel furiosissimo sdegno divino? Ecco quindi la mia  lista di 10 cose divertenti che un cattolico può fare per Halloween.

Continua a leggere

Ellipefobia.

anovantagradi

L’ellipefobia (dal greco “ἐλλιπής“, deficiente, e “φόβος”, paura) è una patologia che affonda le proprie origini (curiosamente risalenti al periodo successivo alla famosa brexit) nel Regno Unito, ma che coinvolge prevalentemente la popolazione italiana. Continua a leggere

Fertility Day: #OffreLaDitta

anovantagradi

Beatrice Lorenzin, a me, fa un po’ pena. Incompresa, vilipesa, adesso anche indigente, tanto da chiedere ai creativi del web di realizzare un’altra campagna per il Fertility Day a titolo completamente gratuito.

Che poi, pensavo, non è una brutta idea. In fondo chiunque può partecipare, soprattutto rimanendo ai livelli qualitativi delle campagne precedenti che fra slogan banali, foto di scarsa qualità, font illeggibili e uno scarsissimo tatto hanno dimostrato come non serva nessun talento o professionalità per sfondare in Italia, basta proporre una campagna a caso, anche se oscena, a una persona sufficientemente incompetente che occupi un ruolo istituzionale di rilievo. Continua a leggere

Copromerite.

anovantagradi

La copromerite (dal greco “κόπρος“, merda, e “μερίς”, pezzo facente parte di un insieme) è una sindrome che colpisce uomini e donne di ogni età e ceto sociale, trasformando persone apparentemente normali in un branco di stronzi senza possibilità di redenzione. Continua a leggere

Anestetelegia.

anovantagradi

L’anestetelegia (dal greco “ἀναίσθητος“, imbecille, e “ἔλεγχος”, argomento) è quel micro-universo di idee e pensieri espresso da chi pare ossessionato di apparire, agli occhi di chiunque provi a argomentare seguendo un filo logico, come uno stronzo rincoglionito. Continua a leggere

Le perversioni del giovane Matteo.

anovantagradi

Pensavo di non avere nulla in comune con Matteo Salvini. Anzi, pensavo di essergli quasi antitetico. Non solo perché io sono un figo della madonna e lui ha il sex appeal di un verme piatto, ma anche e soprattutto in campo etico: Salvini è omofobo e misogino a livelli che io non raggiungo neanche impegnandomi fortissimo, e soprattutto è un razzista di merda, incapace di capire che punire qualcuno per quello che è e non per quello che fa è una stronzata. Oppure lo capisce benissimo, ma sticazzi, fomenta l’odio comunque, che i voti mica si raccattano da soli, sono come i Pokémon: devi andare in giro e sparare palle, per collezionarli tutti. Ma mi sbagliavo. Una cosa in comune ce l’abbiamo.

Continua a leggere

Dramma in atto unico.

anovantagradi

21 Luglio. Facebook. Luigi Di Maio racconta un suo incontro con alcuni lobbisti, e lo fa così:

“C’è una società di lobbying italiana che ha elaborato uno studio sugli ultimi tre anni in Parlamento del M5S. Questo studio scientifico sconfessa molti luoghi comuni con cui ci hanno sempre attaccato. Si sono studiati 35.000 proposte del M5S ed hanno analizzato il nostro comportamento. Ieri sera sono stato volentieri alla loro presentazione dell’elaborato.”

Leggo rapito una serie di considerazioni, fino al punto in cui il colonnello pentastellato dice la sua sulle lobby.

“Io non ce l’ho con le lobbies. Esiste la lobby dei petrolieri e quella degli ambientalisti, quella dei malati di cancro e quella degli inceneritori. Il problema è la politica senza spina dorsale, che si presta sempre alle solite logiche dei potentati economici decotti.”

Asp-

Continua a leggere