A casa mia t’ammazzo

Problemi d’invasione degli spazi personali, dai confini nazionali alla zona di comfort.

Si fa sempre più pressante il problema della difesa dei propri confini, siano essi quelli dello stato o quelli della propria abitazione, emerge con sempre maggiore forza la richiesta di una difesa estrema.

Come mi ha detto un amico: “Per quanto male vadano le cose, ti bastano un pezzo di terra e un fucile”.

Uno di quei pensieri felici che avrebbero fatto volare Peter Pan.

Continua a leggere

Advertisements

Diamoci una mano. In faccia.

Passavo per strada e sentivo degli anziani, parecchio anziani, di fronte alla bocciofila discutere animatamente: “Pia’ pe’r culo nun ce sta, cioè finché se scherza giocamo, ma che m’arzi a mano ‘n faccia no”.

“‘a mano ‘n faccia no”.

E mentre il consiglio di lasciare i nipoti con i nonni perché vengano permeati dall’anziana saggezza diventa un concetto che sfuma tra la misoginia e la frustrazione. Mi viene in mente che nonostante l’importanza che apparentemente diamo al concetto di famiglia, in verità non stiamo facendo nulla per curarla.

Leggevo ad esempio che un giudice ha dichiarato sufficiente uno scambio di messaggi virtuali per determinare l’infedeltà del marito e il conseguente divorzio con pagamento di duemila euro al mese per la moglie e altri tremila per i figli.

Amen. Continua a leggere

“Voglio vivere così, col culo in faccia”.

collodipapero

Cagliari. In una scuola di suore vengono attrezzati bagni separati per i bambini extracomunitari. Accidenti, ma com’è possibile? Nelle scuole del Papa Dellaggente™ succedono queste cose? Non è possibile! Questo papa che ha fatto tanto per tutti (non è vero) permette queste aberrazioni razziste e ignobili? Boh. Mentre la scuola, sommersa da un fiume di polemiche e merda, fa un passo indietro, il papa che fa?

Fa quello che qualsiasi papa innovatore, progressista e buonissimo farebbe in questi casi: si lancia in una sacra crociata contro qualcosa che non esiste.

Continua a leggere

La Sacra Famiglia Unita

Mette alle fiamme la compagna incinta.

Per i testimoni lui nemmeno salutava sempre.

Ma mentre si prega perché la donna si salvi onde evitare che la bimba finisca in affidamento a qualche famiglia di frociacci cattivi, nessuno sembra considerare la colpa della vita nel peccato che viveva questa famigliuola per bene: non erano sposati, movente certo per una storia finita a puttane.

Lei un’acuta estetista, lui un buon drogato, quindi nessuna obiezione alla gravidanza, se non fanno figli queste famiglie per bene, allora chi?

Continua a leggere

Settimo cielo.

collodipapero

Infuriano le polemiche intorno a Krzystof Caharamsa, il prete gay che ha fatto coming out e ha dichiarato anche di avere una relazione stabile. Purtroppo il partner non è minorenne, e hanno dovuto rimuoverlo dagli incarichi.

Continua a leggere

Mortacci Nostra

Nessuno vuole negri disperati in giro per casa.

Arrivano senza una lira in tasca, sono sporchi, stanchi, senza prospettive, magari senza donne, incattiviti dalla vita dura, pronti a tutto, sono un pericolo.

Sono pezzi di merda, sono stronzi, infami, bestie che odiano e maltrattano, che usano violenza appena possibile, pronti a schiacciare il più debole appena ne trovano uno.

Sono pronto a firmare che sia così.

Cioè, che fra migliaia che arrivano ce ne sia almeno uno così, sono pronto a scommetterci. Continua a leggere