Una persona orribile.

“Quando le cose mi vanno male e mi sento sfortunato penso a un focomelico che prova a masturbarsi.”
(B. Karimov)
Io sono una persona orribile. Sono uno di quei bastardi convinti che, contesto permettendo, si possa scherzare su tutto. Per esorcizzare la paura, per evidenziare un pregiudizio, anche solo per farsi una risata. Spesso allontano con un calcio l’ironia per passare al più distruttivo sarcasmo. Insomma, non credo di essere il tipo di persona che normalmente vorresti avere di fianco a una cena.

Essendo io una persona orribile, non esiterei a usare la Sindrome di Rett come elemento fondamentale di una battutaccia finalizzata all’ingiuria. Ve l’ho detto, sono uno stronzo.

La Sindrome di Rett (RTT) è un debilitante disordine neurologico dello sviluppo, che si manifesta nella prima infanzia e colpisce quasi esclusivamente le bambine, una malattia terribile, attualmente oggetto di studio. topostronzoUna larga parte della sperimentazione sull’RTT avviene su topi. Che, per inciso, come chiaramente dimostrato dall’immagine qui sulla destra, sono gente di merda, antidemocratici e forcaioli (invoco il diritto d’opinione, e porto a sostegno della mia tesi un JPG realizzato da terzi).

Ed essendo io una persona molto male (altrimenti non avrei aperto un blog parimenti male), mi incazzo come una bestia quando uno stormo di testicoli si mette in testa di bloccare un evento benefico per lo studio della Sindrome di Rett, ovviamente pretendendo di difendere i topi, che si sa che valgono come le persone (o, meglio, di più, soprattutto di più delle persone malate, viste da molti attivisti come difettose: gente che se si getta a corpo morto addosso a Hitler fa scopa).
Resistere alla tentazione di scendere al loro livello, e fare propria la squisita attività di molti animal coglioni di augurare malattie incurabili e figli malati rivolgendogliela contro si fa sempre più dura. Io sono per la libertà d’opinione, ma l’opinione dev’essere informata: non si può dire “perché le alternative alla S.A. ci sono!”. Non ci sono. Ci sono metodi complementari, che aiutano in alcune fasi, ma non bastano. Invece di urlare cazzate e rompere i coglioni, porca puttana, iniziate a sovvenzionarla, la ricerca alternativa (nel frattempo, come ho già detto altrove, almeno dimostrate coerenza e non servitevi né del SSN né di farmaci o pratiche sperimentate su animali). Invece di urlare, offendere, spaccare, pensate a costruire qualcosa di duraturo, qualcosa di più che togliere cagnolini da un allevamento per poi farli maltrattare dai vostri leaderini. Ce la fate?
Io dico di no. Sono una persona orribile, ve l’ho detto.
[M.V.]
Advertisements
Questo articolo è stato pubblicato in A Collo di Papero e contrassegnato come , , da Marco Valtriani . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su Marco Valtriani

Marco Valtriani è l'ignobile ideatore di questo blog di dubbissimo gusto, fa il pubblicitario, l'autore di giochi da tavolo e quello che dà noia. Ha assunto nel tempo diverse identità farlocche al mero fine di trollare il prossimo, non sempre con garbo, spesso con gioia. Per hobby alleva grillini in un casolare di campagna, vendendoli agli alieni e ai poteri forti, e sparge scie chimiche per conto del NWO sugli allevamenti di beagle, come del resto fanno quasi tutti quelli della Ka$t4. Il motto della sua casata è "Hear Me LOL".

3 thoughts on “Una persona orribile.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...